Skip to content

UDOCHKA.INFO

Udochka.info

Scarico acque bianche normativa


E' comunque vietato lo scarico di acque meteoriche nelle acque sotterranee. La prima legge che affronta l'argomento in modo diretto è la L.R. della Lombardia 27​. Scarichi - Acque Reflue | ARPA Lombardia. beni, diverse dalle acque reflue domestiche e dalle acque meteoriche di dilavamento. Cosa prevede la normativa​. Cioè il suo titolare verrebbe assoggettato alla normativa tecnica, amministrativa e penale più severa – sulle acque reflue industriali – perché lo scarico. Per acque meteoriche di dilavamento si intende la parte delle acque di una o di dilavamento possono essere oggetto di autorizzazione allo scarico, sulla base di di autorizzazione, salva una diversa previsione contenuta nella normativa. Diamo uno sguardo alla direttiva quadro sulle acque meteoriche (WRRL) di scarico e delle acque meteoriche (con una rete fognaria mista).

Nome: scarico acque bianche normativa
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 65.67 MB

Questi liquidi di scarto devono essere smaltiti tramite impianti di fognatura a norma, altrimenti si rischia di incorrere in pesanti sanzioni amministrative. Basti pensare ai periodi in cui la popolazione è stata colpita da epidemie di epatite, di colera e dissenteria, patologie direttamente collegate a una cattiva gestione dello scarico delle acque reflue domestiche fuori dalla fognatura. A loro volta vengono classificate in acque nere provenienti da vasi igienici dei bagni , acque grigie provenienti da docce, vasche, lavabi e bidet dei bagni , acque saponate grasse da lavelli e lavastoviglie delle cucine , acque meteoriche provenienti dalle precipitazioni atmosferiche.

La normativa tende a sottolineare la differenza rispetto alle acque reflue domestiche e, in particolare, alle acque nere. Il criterio che le distingue dalle altre è, in particolare la qualità e la provenienza. I limiti per lo scarico sono più restrittivi e la preventiva richiesta di autorizzazione va assolutamente effettuata, pena pesanti sanzioni, in quanto lo scarico senza autorizzazione integra il reato di scarico abusivo.

Nel sotterraneo le tubazioni saranno mantenute possibilmente al di sopra del pavimento; in caso contrario dovranno collocarsi in apposita incassatura di muro o di pavimento facilmente ispezionabile.

In casi diversi si potrà sostenere la condotta con appositi tiranti e soffitto o con delle mensole a parete; in ogni caso si metterà un sostegno in ogni giunto.

Tutti gli apparecchi per l'evacuazione delle materie di rifiuto in comunicazione con la rete fognaria dovranno essere muniti di chiusura idraulica e sifone a tenuta stagna. Le caditoie per la raccolta delle acque meteoriche dai cortili e le pilette per la raccolta delle acque dagli ambienti siti al piano terra dovranno essere muniti di interruzione idraulica o sifone.

Le caditoie dovranno essere inoltre dotate di vaschette ispezionabili per la trattenuta dei materiali grossolani. Il Sindaco potrà chiedere, a proprio insindacabile giudizio, i calcoli idraulici per il dimensionamento delle condutture quando le aree private da servire sono di notevoli dimensioni.

Acque reflue urbane, ovvero quelle provenienti dalle reti fognarie, i cui relativi scarichi sono: i terminali delle reti meteoriche, gli sfioratori di piena delle reti miste, i terminali degli impianti di depurazione, gli scarichi dei miscugli di condensa.

Solamente per gli scarichi relativi a edifici isolati la sanzione va da euro fino a euro, mentre per la mancanza di autorizzazione allo scarico la normativa prevede una sanzione da a euro, nel caso di aree soggette a vincolo idrogeologico. Se non vuoi incorrere in sanzioni pesanti fai attenzione a rispettare la normativa.

Nel caso la tua area di residenza sia sprovvista di una rete fognaria pubblica, puoi ancora metterti in regola: basta scaricare le acque nere in maniera legale, realizzando un impianto di depurazione idoneo autorizzato dal tuo Comune. Contatta un professionista per evitare eventuali sanzioni e richiedi un preventivo gratuito.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!