Skip to content

UDOCHKA.INFO

Udochka.info

Scariche di diarrea cosa prendere


Nei casi lievi. Rimedi per la Diarrea: cosa fare e cosa non fare, cosa mangiare, che farmaci Se le scariche sono più numerose di 3 al giorno viene definita dissenteria. Questo disturbo provoca spesso più scariche diarroiche nell'arco della La diarrea cronica è invece caratteristica di molte patologie gastroenteriche che. diarrea, caratterizzata da un numero variabile di scariche prive di muco, pus, o sangue. Se i sintomi non tendono a migliorare e il disturbo si protrae per più giorni. La prima cosa da fare per capire il tipo di problema è controllare la frequenza delle scariche. La diarrea può essere classificata come: acuta (il.

Nome: scariche di diarrea cosa prendere
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 12.32 Megabytes

Scariche di diarrea cosa prendere

Per questa ragione viene efficacemente impiegato nel trattamento di colibacillosi intestinale; enteriti infantili; diarrea o dissenteria di origine infettiva; disbiosi intestinale insieme al Noce Juglans regia per la diarrea secondaria a terapia antibiotica; meteorismo ed eccessiva fermentazione intestinale.

Anche il mirtillo rosso Vaccinium vitis idaea come regolatore della motilità intestinale è prescritto in caso sia diarrea che di stipsi. Fiori di Bach per la diarrea Le patologie fisiche, come la diarrea soprattutto se di origine infettiva o dovuta a intossicazioni alimentari , non sono trattate direttamente con i floriterapia.

Le miscele personalizzate dovranno tenere conto di queste analogie per modificare atteggiamenti caratteriali o emozioni negative, in modo da favorire la guarigione fisica. Nello specifico, la diarrea acuta dipende da patogeni esterni come il Freddo-Umido o alimentazione o umidità-Calore; la diarrea cronica si deve a un deficit a livello dello Stomaco e della Milza. Aromaterapia per la diarrea Tutti gli oli essenziali hanno proprietà antibatteriche ad ampio spettro , ma quelli più indicati per la diarrea svolgono un'azione antibiotica diretta sui microrganismi che attaccano il sistema intestinale e che provocano questo disturbo.

L'uso interno di queste essenze è possibile, ma con le dovute cautele, e si effettua nella dose di 2 gocce in un cucchiaino di miele.

Per quanto riguarda i condimenti, è meglio utilizzare olio di oliva extravergine aggiunto a crudo e con moderazione. Sono, invece, sconsigliati, in generale tutti gli alimenti ricchi di fibre di origine vegetale grezze e di scorie, in quanto accelerano il transito e lo svuotamento intestinale. Dunque è bene evitare: pane integrale, mollica di pane bianco alimenti a base di farine integrali ortaggi e verdure crudi: broccoli, carciofi , cavoli, ceci, cime di rapa, cipolla, fagioli, fave, lenticchie, piselli, ravanelli, sedano.

Per motivi diversi, anche i cibi troppo grassi o troppo fermentati, le fritture, le creme, gli aromi troppo irritanti sono da evitare: formaggi fermentati.

Se la diarrea dura pochi giorni, e non vi è altra sintomatologia associata come febbre, nausea e vomito, o disidratazione, di norma non è necessario fare accertamenti ulteriori. Viceversa, se il disturbo comporta altre problematiche, in particolar modo disidratazione e questo diventa un disturbo importante nel bambino che spesso non è in grado di reintegrare in maniera adeguata i liquidi persi , è necessario un consulto medico.

Talvolta la visita medica è risolutiva per comprendere le cause della diarrea, poiché attraverso il colloquio facilmente si evidenziano abitudini alimentari scorrette, o la riacutizzazione di una patologia pre-esistente.

Hai letto questo? 730 2018 COSA SCARICARE

In altri casi, è necessario eseguire accertamenti per comprenderne le cause. Prevenire la diarrea La prevenzione che è possibile fare inizia dalle corrette regole di igiene.

Diarrea: disturbi, cause e cura - ISSalute

Endoscopia : è detta colonscopia e giunge molto più in profondità rispetto alla tecnica precedente; talvolta è necessaria l'anestesia.

In secondo luogo, è consigliabile adottare una serie di accorgimenti che si possono dimostrare anche dei veri e propri rimedi: Interrompere l'uso di lassativi o degli enteroclismi.

Sospendere i farmaci non indispensabili. Sospendere gli integratori non indispensabili; fare particolarmente attenzione a: chelanti, termogenici , creatina e osmotici. Se la diarrea è acuta, sospendere alimenti, integratori e farmaci pre- e pro-biotici.

Combattere lo stato di disidratazione e la perdita salina. Combattere la malnutrizione generalizzata. Evitare i cibi difficilmente digeribili soprattutto in caso di alterazioni anatomiche e funzionali dell'apparato digerente: colecistectomia , resezione di parti dell'intestino ecc.

Se la diarrea è acuta, rispettare una dieta a basso residuo ovvero povera di fibre in particolare quelle non solubili.