Skip to content

UDOCHKA.INFO

Udochka.info

Impianto di scarico acque nere


  1. Acque bianche e acque nere: quali differenze?
  2. Idraulica delle acque reflue
  3. Impianti per Acque Nere
  4. Acque reflue: panoramica sulle tipologie di impianti di depurazione

acque nere, che derivano dallo scarico di sostanze organiche provenienti dagli apparecchi igienico-sanitari, in particolare il wc;; acque saponose bianche, che. fino all'uscita dei sifoni degli apparecchi Idrosanitari. La corretta ventilazione di un impianto di scarico esclude la formazione di pressioni e depressioni. In genere si fa differenza tra acque nere. (wc), grigie (lavabi, lavabiancheria, bidet, ecc.) e grasse (cucina). Per dimensionare un impianto di scarico è. Dall'impianto di scarico le acque “nere” e “grigie” raggiungono la fossa settica o l'​impianto fognario cittadino. Tutti gli scarichi dell'impianto idraulico sono. Quando si realizza l'impianto fognario dell'abitazione o di un'industria per lo scarico delle acque nere, bisogna seguire delle precise regole per evitare che le​.

Nome: impianto di scarico acque nere
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 64.63 Megabytes

Impianti di depurazione biologici Tipologie di scarichi e impianti Il D. Lo stesso decreto prevede anche una molteplicità di scarichi, differenziati in funzione della provenienza e del corpo ricettore. Di seguito si riporta uno schema di un degrassatore. Il liquame grezzo entra con continuità, mentre quello chiarificato esce.

Per le sostanze galleggianti occorre aggiungere una certa capacità per persona. Per scuole, uffici e officine, il compartimento di sedimentazione va riferito alle ore di punta con minimo di tre ore di detenzione con conseguente riduzione del fango sedimentato. Di seguito si riporta uno schema di una vasca Imhoff.

Le condotte interne dei fabbricati, eseguite in orizzontale, dovranno essere costituite da tubi in materiale assolutamente impermeabile ed inattaccabile all'azione chimica corrosione e meccanica abrasione delle acque che le percorrono, assicurare inoltre la perfetta impermeabilità dei vari manufatti levigati internamente.

È comunque vietato l'utilizzo di canalizzazioni in cemento pressato per la esecuzione dei fognoli di allaccio fognatura Comunale da realizzarsi nella sede stradale o del marciapiede. Nel sotterraneo le tubazioni saranno mantenute possibilmente al di sopra del pavimento; in caso contrario dovranno collocarsi in apposita incassatura di muro o di pavimento facilmente ispezionabile.

Quando si costruiscono delle fognature per lo scarico delle acque nere bisogna rispettare delle precise regole per evitare che si intasino. Uno degli aspetti più importanti è la pendenza della fognatura delle acqua nere, per la quale sono previsti valori tecnici dettagliati.

Cosa sono le acque nere?

Le acque nere reflue contengono i rifiuti riconducibili alle attività umane domestiche, a quelle agricole e industriali. Nei liquami in ingresso devono essere rimossi il più possibile le sostanze particolate e le parti più grossolane per evitare intasamenti dei letti. Al riguardo si possono utilizzare fosse settiche a più scomparti o fosse tipo Imhoff.

La Fitodepurazione è un sistema rivolto principalmente ad acque reflue domestiche o assimilate di insediamenti e nuclei di ridotta potenzialità alcune decine di abitanti equivalenti ed è più elevata in presenza di superfici disponibili. Tramite questo sistema di depurazione si raggiungono buoni rendimenti depurativi per il BOD5 Domanda Biochimica di Ossigeno ed i solidi sospesi equiparabili ad un trattamento secondario.

Acque bianche e acque nere: quali differenze?

Vuoi saperne di più? Le essenze maggiormente utilizzate sono le seguenti: Tipo vegetativo: Macrofite radicate emergenti es. Phragmites australis, Thypha latifoglia, Carex elata,ecc ; Tipo sommerso es. Potamogeton ; Tipo natante es.

Nynphaea alba, Nuphar lutea. Il regime di velocità delle acque nelle tubazioni deve essere tale da evitare sia la formazione di depositi di materiali putrescibili, che l'abrasione delle superfici interne da parte dei materiali solidi trasportati sabbie, ecc.

Per le fogne elementari che risultano in gran parte e per lunghi tratti asciutte per evitare la formazione di depositi putrescibili è necessario procedere ad un lavaggio periodico attraverso i pozzetti di testata o di linea. Pozzetti di ispezione[ modifica modifica wikitesto ] Vista dall'alto di un pozzetto di confluenza fra due fogne. Pozzetto aperto di una fognatura. In corrispondenza di punti singolari della rete fognaria, quali: confluenza di una canalizzazione in altre pozzetto di confluenza o di incrocio vertici altimetrici del profilo longitudinale, dove cioè le fogne cambiano pendenza vertici planimetrici, dove cioè cambia la direzione della fogna pozzetto di deviazione o d'angolo in corrispondenza dei salti [15] pozzetto di salto inizio di una fogna elementare pozzetto di testata devono essere previsti dei pozzetti d'ispezione dimensionati in modo tale da consentire l'accesso agevole al personale addetto alle operazioni di manutenzione e controllo.

Di norma sezioni orizzontali pari a 1x1,2 m2 risultano più che sufficienti.

Idraulica delle acque reflue

Qualora la sezione dei collettori o dell'emissario sia superiore a 2 m, si possono accettare pozzetti disposti a distanza fino a m. I criteri indicati per la posizione dei pozzetti sono dettati dalla necessità di rendere possibile le operazioni di espurgo e di disostruzione effettuate con appositi arnesi. Lo stesso argomento in dettaglio: Caditoia. Caditoia a bocca di lupo.

Impianti per Acque Nere

Caditoia a griglia Le caditoie pluviali hanno una struttura semplice e sono essenzialmente costituite da una bocca di presa, da un pozzetto di contenimento quasi sempre dotato di camera di sedimentazione per trattenere le materie solide prodotte dalla utilizzazione delle pertinenze stradali quali ad esempio mercati rionali , e di chiusura idraulica per impedire l'uscita dalla fogna di animali blatte , ratti , ecc e di esalazioni moleste. Le bocche di presa possono essere: a griglia: la caditoia è in sede stradale con l'apertura nel proprio cielo protetta da griglia metallica normalmente in ghisa in corrispondenza delle cunette sottostanti ai marciapiedi o delle strade a culla a bocchetta o a bocca di lupo : viene ricavata nel corpo del cordone del marciapiede e in questo caso la caditoia, dotata di chiusino d'ispezione è collocata sotto il piano di calpestio del marciapiede.

Anche le caditoie di solito sono posizionate alla confluenza di strade secondarie con altre di maggiore importanza e devono comunque essere disposte a distanza mutua tale da consentire la veloce evacuazione nella rete di fognatura dell'acqua meteorica e comunque in maniera da evitare ristagni di acqua sulle sedi stradali.

Scaricatori di piena[ modifica modifica wikitesto ] Gli scaricatori di piena sono manufatti costruiti solo nelle fognature a sistema misto, quando la fogna fiancheggia il mare, un fiume o un altro recipiente capace. Nel periodo secco, la acque nere vengono convogliate normalmente all'impianto di depurazione, mentre in caso di piogge, le acque miste che superano la soglia sfiorante dello scaricatore, vengono scaricate direttamente nel corpo ricettore.

Gli scaricatori di piena vengono progettati in modo tale che l'acqua mista sfiorante abbia un rapporto di diluizione compatibile con il corpo ricevente.

Impianti di sollevamento[ modifica modifica wikitesto ] Quando l'altimetria dell'abitato non consente il funzionamento di parti della rete fognaria a canaletta verso l'impianto di depurazione ad esempio per quartieri posti a quota più depressa di quella del depuratore , in punti strategici della rete vengono realizzati degli impianti elevatori. Nell'impianto, devono essere utilizzate delle pompe speciali idonee alla qualità del liquido trattato.

Acque reflue: panoramica sulle tipologie di impianti di depurazione

Inoltre il manufatto deve essere dotato di vasche di pescaggio idoneamente dimensionate in modo che il liquame in esse non sosti per lungo tempo per evitare la sua setticizzazione.

Canali[ modifica modifica wikitesto ] Collettore a sezione ovoidale della fogna di Parigi Per i collettori di fogna pluviali o unitarie, specialmente in passato si è fatto uso di canali con varie sagome interne. La differenza fra le due fogne è che per quella unitaria la sagoma deve essere tale da garantire un regolare scorrimento della portata nera nel periodo di tempo asciutto.